Seleziona una pagina

Eggià… questo signore potresti essere tu!
Oppure non ritieni di appartenere a questa categoria di imprenditore? L’imprenditore smarrito e pieno di dubbi.

Hai ragione. Facciamo qualche passo indietro. Ti stai chiedendo di cosa stiamo parlando e soprattutto cosa rappresenta l’immagine che vedi.

Ora ti spiego. Anzi, ti faccio una domanda semplicissima che poi in sé conterrà a sua volta una risposta che scoprirai essere logica.

Hai un’attività e vuoi pubblicizzarla, magari un’attività che è anche un pò in crisi, oppure cerchi di vendere un prodotto che proprio la gente non vuole comprare da te, e allora ti scervelli per capire come superare questo ostacolo e ti chiedi come caspita poterne uscire? Quale strada devi seguire per vendere e farti conoscere?

Ti potremmo fornire qualche soluzione, affinché tu non finisca come quel signore nell’immagine, affinché tu non ti senta come quella categoria di imprenditore che si sente persa e che non sa più come rinnovare e far rifiorire il proprio business in questa giungla lavorativa.

1) SLEGATEVI dal concetto obsoleto che il classico volantino possa risolvere il vostro problema. Il volantino costa tanto (realizzazione, stampa e distribuzione).
Il poveretto é così spesso preda di destinatari che lo accartocciano all’istante, senza nemmeno leggerlo. Anzi, in molti casi, più volantini distribuite e più nervosismo create nel consumatore finale che si vede riempire giorno dopo giorno la proprio cassetta postale di fogli inutili. Quindi fidatevi di noi, il volantino tenetelo come extra poco necessario, se proprio volete distribuirlo per la città fatelo se avete un budget corposo.
Basta striscioni, cartelloni pubblicitari invasivi che quando siete al volante della vostra auto nemmeno guardate più. Basta strumenti inutili.

2) INVESTITE il vostro budget piccolo o grande che sia nell’online! Il concetto base é che costa meno e garantisce risultati maggiori.
Fatevi fare una landing page coi fiocchi (pagina di atterraggio con messaggi pubblicitari ad hoc e modulo informazioni per la raccolta di contatti) e fatevi impostare una campagna pubblicitaria di Google AdWords o di Facebook Advertising, magari in parallelo per testarne il rendimento.
Il primo è considerabile come una strategia “diretta”, grazie alla quale gli utenti cercano attivamente i prodotti/servizi che stanno cercando, mentre il secondo é invece una strategia “indiretta”, la cui piattaforma invoglia gli utenti in modo passivo a cliccare sugli spot pubblicitari.
Una volta compreso in che direzione spingervi, fatevi portare dal flusso positivo che quella specie di “guru” del vostro tecnico web vi ha impostato sapientemente.

3) APRITE la vostra mente e smettetela di pensare che “internet” é il male.
Smettetela di pensare che internet é solo Google, che é solo il vostro portale o sito di fiducia, che é solo una mail inviata ogni tanto a qualche newsletter, che é solo un post ogni tanto su una paginetta di facebook che legge ogni tanto qualcuno e che guadagna qualche like da parenti e amici se va bene…. e aprite la mente al futuro. Perché internet é filosoficamente parlando “infinito”.

Perché il futuro non é quello che andava bene e che funzionava nel passato.

Il futuro è sperimentazione, possibilità, alternative che funzionano davvero.

 

 

Condividi la news di Uovadigallo su:
0